sabato 10 maggio 2014

Rimedi naturali e tradizionali contro i vermi nel bambino (e nell'adulto)

Spesso i bambini in età prescolare, abituati a mettersi le mani in bocca senza averle prima lavate, possono contrarre un'infezione da ossiuri, dei vermetti bianchi e sottili che si possono vedere nelle feci (per questo andrebbero sempre controllate quando il bambino va in bagno).
In caso di ossiuri, il trattamento deve essere fatto a tutti i membri della famiglia.
La nostra pediatra consiglia:

Rimedio omeopatico: China Regia 7ch globuli, 4 granuli ogni 8 ore per 3 giorni consecutivi o due volte al giorno per una settimana. 

Altri rimedi omeopatici (trovati in rete):

Silicea da utilizzare nel bimbo magrolino, freddoloso e con sudorazione abbondante e nauseabonda. L’associazione con cina è efficace.

Calcarea carbonica indicata nel bimbo grassottello e pigro con sudorazione alla nuca.

Spigelia non è un vermifugo ma agisce sulla maggior parte dei disturbi causati dalla presenza di vermi intestinali quali palpitazioni, coliche addominali nausee cefalea.


Cuprum metallicum 7CH granuli 3 granuli 2-3 volte al giorno quando compare tosse secca e stizzosa con senso di prurito al naso.

Colocynthis 7ch o magnesia phosporica 7CH 3 granuli più volte nella giornata quando compaiono dolori addominali a esordio e termine improvvisi.

Quando invece i dolori iniziano e scompaiono lentamente, Stannum metallicum 7 CH con identica posologia dei precedenti.

Kalium bromatum 5CH 5 granuli prima di dormire.

Tanacet heel 10 gocce tre volte al giorno nelle recidive. (FUORI PRODUZIONE )

Tormentilla heel 1 compressa tre volte al giorno 

Schwef heel utile nelle forme recidivanti per la sua capacità di regolare il terreno immunitario dell’ospite.
 
Rimedio fitoterapico (mio naturopata): Allium Sativum Stoddard n° 32 (adulti 70 gocce la sera prima di coricarsi con acqua calda, bimbi secondo il peso, es 20kg: 15 gocce...) per 6 sere consecutive prima di coricarsi, se non piace mettere nel succo di mela. Interrompere per 3-4 giorni, indi ripetere.

Altro rimedio non convenzionale (nostra pediatra): Guna Elmint (integratore con mirra, semi di zucca..) bambino di 5-6 anni: 1 bustina a giorni alterni per tre giorni (3 bustine in totale) da sciogliere in mezzo bicchiere d'acqua, contemporaneamente somministrare 1 cucchiaino al giorno di Guna Enterosgel tutti i giorni (sciolto in poca acqua, lontano dai pasti).
Personalmente questo è il rimedio che consiglio, tra quelli non convenzionali, però da assumere ai primi sintomi (vedi sotto). Per l'adulto la posologia è tre bustine al giorno per cinque giorni (o in caso di recidive 15 gg) per due cicli distanziati da 15 gg. Per l'Enterosgel la posologia adulti è un cucchiaio al giorno tre volte al dì per cinque giorni.

Rimedio tradizionale: Sciroppo Combantrin, posologia secondo il peso, vedere foglietto illustrativo (consiglio due dosi a distanza di due settimane perchè una dose come consigliato dal foglietto illustrativo a mio figlio non ha fatto effetto). In alternativa Vermox sciroppo, due dosi a distanza di 14 gg, come da foglietto illustrativo.

Tutti i membri della famiglia conviventi devono fare lo stesso trattamento di colui che si sospetta - o è appurato- abbia l'infestazione da ossiuri, o altri parassiti.

L'ossiuriasi produce anemia pertanto, dopo lo scotch test è consigliabile dare al bambino del ferro (la nostra pediatra consiglia per bambino di cinque anni Ferro Guna bustine 1 al giorno per un mese).

Dopo due settimane dall'assunzione dello sciroppo (o dalla fine di altra terapia) conviene fare lo scotch test presso un laboratorio di analisi in modo da assicurarsi che gli ossiuri siano scomparsi. Ma comunque è indicato fare un secondo ciclo (e in caso di recidive anche un terzo) a distanza di due settimane. La femmina degli ossiuri infatti si ricompone una volta uccisa e servono 21 giorni di trattamento minimo per debellarla.

Nel frattempo, appena scoperta l'infezione occorre lavare ad alta temperatura (60°C) lenzuola, biancheria intima, pigiami e asciugamani di tutta la famiglia e lavarli così ogni giorno per 1 settimana almeno per distruggere le uova che, eventualmente disseminate nell'ambiente, resistono per circa quel periodo (anche se la letteratura dice circa 3 settimane) vive e quindi possono essere ingerite nuovamente e dare logo a reinfezione. Si consiglia anche di pulire con  l'amuchina i giochi dei bambini. Nel caso non fosse possibile si possono sempre nascondere e tirare fuori dopo 2-3 settimane, in modo da fare morire le uova, prima di utilizzarli nuovamente.
Lavare bene sempre anche il WC e il bidet dopo ogni uso. Idem per gli asciugamani intimi.

Prevenzione:
- lavare le mani dopo essere andati in bagno, dopo aver giocato fuori, prima di mangiare
- fare doccia e bagno ogni giorno e cambiare l'intimo quotidianamente
- tenere corte e pulite le unghie dei bambini
- non grattarsi attorno al sederino
- non mangiarsi le unghie e non mettere le mani in bocca senza averle lavate

In questo articolo  ho trovato anche un elenco di cibi adatti a combattere queste infezioni:

- aglio, cipolle e porri, consumati sia crudi che cotti,
- i semi di zucca, la buccia del limone, il mallo delle noci, la carota
- tra le spezie: la cannella, il chiodo di garofano ed il curry
- l'anice, l'assenzio e la nigella sativa (in semi o olio)
-  bere succo di pompelmo o di ananas 20 minuti prima di ciascun pasto

- Assumere probiotici in quanto i batteri benefici rendono l'intestino un luogo inospitale per i parassiti (la nostra pediatra consiglia invece una bustina al giorno di Colostro Noni per equilibrare il PH intestinale)

CIBI DA EVITARE:
Tutti gli zuccheri (
gli ossiuri si cibano di questi alimenti, eliminarli aiuterà ad indebolire i vermi) e alimenti trasformati, soprattutto bianchi e in scatola, cereali o farine raffinate, così come carne rossa, uova e latte di mucca e derivati devono essere rimossi dalla dieta. Due litri di acqua pura con poche gocce di limone dovrebbero essere bevuti al giorno, non zuccherati.
Nota: il consiglio della nostra pediatra è di intervenire (con rimedi naturali) prima di scoprire gli ossiuri nelle feci o a causa del prurito anale.

Da osservare quali sintomi:

-Pruriti (capelli, naso, dentro le orecchie, ano)
-Sonno agitato, incubi
-Dolori nel basso addome (per i bambini, anche molti giorni prima della comparsa degli ossiuri nelle feci, mio figlio ha lamentato mal di pancia la mattina per 2 settimane prima che ci accorgessimo degli ossiuri)
-Pallore e occhiaie
-Irritabilità
-Catarro
-Aerofagia

---
Sotto: terapia omeopatica per stati recidivanti (da parte della mia Pediatra)




Nessun commento:

Posta un commento